L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Kamasutra. La moglie in Oriente e in Occidente

Nella civiltà occidentale il comportamento della moglie deve essere improntata alla “pudicizia”. Il modello prevalente della donna impone che essa dimostri disinteresse al rapporto sessuale in sè, che presenti sempre una certa resistenza, una certa riluttanza. Se acconsente al rapporto sessuale deve mostrare che non è per il piacere che gliene può derivare ma per amore o per dovere o per il desiderio di maternità. I riti antichi del matrimonio (come quelli romani) che simulavano il ratto avevano probabilmente questo senso: la sposa non vorrebbe lasciare la casa paterna, ha paura del rapporto con l’uomo ma deve cedere alla forza.

In questo contesto la donna non deve essere e soprattutto mostrarsi esperta nella sessualità. La moglie “onesta” si abbandona semplicemente ai desideri del marito, essere esperta nell’arte di amare è cosa da prostituta. E infatti solo ad esse veniva insegnata questa arte.

Talvolta le conseguenze potevano essere molto spiacevoli: qualche marito si sentiva insoddisfatto delle propria sposa, casta e virtuosa ma fredda e trovava soddisfazione invece in donne molto meno virtuose ma tanto più esperte: ciò fece la fortuna delle etere greche, delle cortigiane rinascimentali, delle “mantenute”dell’800. A volte l’uomo veniva e sentirsi come diviso fra due donne: la moglie virtuosa che stimava e che metteva su un piedistallo ma da cui non si sentiva attratto e l’amante che disprezzava e che metteva nel fango ma che lo attraeva irresistibilmente (la donna fatale, la rovina famiglia, la divoratrice di uomini delle cui figure è piena la letteratura occidentale).

L’atteggiamento delle donne in Oriente era molto diverso. Una sposa doveva innanzi tutto essere in grado di attrarre il marito, era una questione prioritaria, il suo primo e fondamentale compito. Una moglie non in grado di soddisfare il proprio marito era una donna fallita, non poteva sperare nulla dalla vita matrimoniale.

Il problema era acuito dalla poligamia. Nel mondo mussulmano esiste anche la poligamia ma ognuna delle mogli è protetta (almeno in teoria) dal precetto coranico che ognuna delle spose deve essere trattata allo stesso modo anche nel campo dell’intimità. Ma in Oriente vi era una gerarchia fra le mogli: il marito sceglieva e si lasciava influenzare da quella che conquistava maggiormente il suo amore o, più concretamente, da quello che gli dava maggiore soddisfazione.

La moglie occidentale era protetta dalla sua unicità, le altre non potevano essere”donne”ma solo “donnacce”: In Oriente essa doveva battere la “concorrenza”sempre più accanita con il salire della scala sociale e il conseguente aumento del numero delle mogli concorrenti.

In Occidente per essere una buona moglie bastava la castità, in Oriente essa non bastava, bisognava essere innanzi tutto una buona amante.

Va notato che in Oriente anche l’uomo doveva imparare l’arte di amare per dare soddisfazione alla propria sposa. In Occidente invece l’uomo non sentiva affatto questo dovere: la sessualità sembrava un fatto proprio di pertinenza maschile, in questo campo nulla era dovuto alle donne e nulla era da loro richiesto.

Anzi fino a tempi recenti molti supponevano che una donna non provasse alcun piacere particolare dalla sessualità: gli uomini facevano l’amore per il piacere, le donne solo per dovere o per calcolo, provar piacere era cosa da sgualdrina.

Nessuna obiezione quindi al matrimonio fra ragazze giovanissime e vecchi decrepiti: date le premesse sembrava cosa perfettamente ” normale”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...