L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Il Malleus Maleficarum (Il martello delle streghe). Parte 7

Nato a Rheinenfelden nel 1436, Sprenger era entrato nel convento domenicano  di Basilea e aveva studiato teologia a Colonia, città nella quale aveva fatto una brillante carriera sino a salire al rango di Padre Provinciale dell’ordine di San Domenico per la Germania. Uomo di profonda cultura, terrorizzato dalla concorrenza con Satana, Sprenger rappresentava il perfetto inquisitore, impietoso e intollerante, disposto a riconoscere il germe dell’eresia in qualsiasi uomo avesse opinioni diverse dalle sue; era stato incaricato dalla Chiesa romana di tornare in Germania, dove l’Inquisizione non era efficiente e si trovava in difficoltà perché c’erano stati moti di rivolta popolare. Heinrich Kramer era nato a Schlettdstadt nel 1430 ed era considerato un autentico maniaco dell’ortodossia e del lealismo nei confronti di Roma. Personaggio di discussa moralità, ossessionato dal terrore delle streghe, finì col provocare, con i suoi comportamenti feroci, l’ira e l’indignazione di Georg Glasser, sindaco di Bressanone, che lo cacciò dalla diocesi e lo costrinse a liberare una quarantina di donne che stava seviziando senza apparenti validi motivi. I suoi buoni rapporti con Roma gli consentirono però di continuare a gestire un grande potere che mantenne anche dopo la morte di Sprenger, che lo aveva protetto e gli aveva consentito un credito che la sua scarsa cultura filosofica certamente non meritava. Per il Malleus Maleficarum riuscì a ottenere l’approvazione di Massimiliano I d’Austria e l’autorizzazione accademica alla pubblicazione della Facoltà di Teologia dell’Università di Colonia, un documento che alcuni considerano addirittura estorto a quei teologi, che inizialmente avevano dimostrato un fondamentale contrarietà.

Così il Malleus, stampato per la prima volta nel 1486, fu addirittura approvato dalla più importante facoltà europea di teologia nel 1497: l’approvazione andava molto al di là di un generico placet nei confronti del libro e della sua pubblicazione, era l’espressione di un altissimo consenso alla persecuzione delle streghe. Se, come qualcuno afferma, l’approvazione di questo documento fu in qualche modo estorta da Kramer, bisogna pur riconoscere a questo rozzo domenicano un potere del tutto straordinario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...