L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Picasso. Les Damoiselles d’Avignon

Picasso, Les Demoiselles d’Avignon, 1907
New York, Museum of Modern Art

Il quadro che, convenzionalmente, viene indicato come l’inizio del Cubismo è «Les demoiselles d’Avignon», realizzato da Picasso tra il 1906 e il 1907. Subito dopo, nella ricerca sul Cubismo s’inserì anche George Braque che rappresenta

l’altro grande protagonista di questo movimento. Il periodo di massimo sviluppo e splendore del momento cubista inizia però qualche tempo dopo, intorno al 1909. È il momento del cosiddetto “Cubismo analitico”, consiste nello scomporre o semplici oggetti dell’esperienza quotidiana secondo i principali piani che li compongono. È interessante come Picasso semplifica la geometria dei corpi e dello spazio, che è inteso come una serie di rapporti tra le varie figure, viene esso stesso smaterializzato e dunque diviene un oggetto al pari degli altri, da scomporre secondo i piani geometrici che lo delimitano. Le

figure femminili, dunque, non sono più immerse nello spazio ma da esso compenetrate. Le incongruenze delle figure sono finalizzate ad una nuova e diversa percezione della realtà: una visione mentale. Picasso intende rappresentare tutto quello che c’è non solo quello che si vede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...