L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Madame de La Fayette

Marie-Madeleine de la Vergne Pioche nacque da una nobile famiglia. Nel 1649  perse il padre e la madre e sposò il cavaliere de Sévigné,  poi andò alla corte d’Angiò. Nel 1651 divenne damigella d’onore della regina madre Anna d’Autria. Ebbe due figli, ma poi separata da suo marito si trasferì a Parigi, dove tenne un salotto frequentato da Gilles, Jean Regnault de Regrais, la duchessa d’Aiguillon, il principe di Condé, Madame de Coulanges, Madame Scarron, Charles Irénée Castel de Saint-Pierre. Cardinale di Retz, Madame de Sable, la marchesa de Sévigné, e il duca di La Rochefoucauld, con il quale avrà un grande rapporto amichevole.

Compose la “Princesse de Montpensier” in collaborazione con Ménage. Poi nel 1669  scrisse “Zaide” con Rochefoucault. Nel 1678 pubblicò la “principessa di Cleves”, che fu scritto in terza persona, descrisse lo stato di avanzamento di non una passione tra l’eroina del romanticismo, sposata con il principe di Cleves e il duca di Nemours.

Romananesque tradizione nel XVII secolo si basa sull’analisi di amore. Le sue principali ca-ratteristiche usate  sono la  facoltà di introspezione come un’ arma contro il richiamo della passione.

Una Risposta

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

    21 novembre 2012 alle 8:17 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...