L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

The end – The Doors

The End – Los Angeles, California 21 Agosto 1966

The End è il brano con cui in genere i Doors chiudono i loro spettacoli. Jim è solito aggiungere frammenti poetici sempre diversi. Stasera Morrison afferra con rabbia l’asta del microfono. La testa è reclinata all’indietro, gli occhi sono chiusi. La sua voce è profonda e insinuante.

A un tratto apre gli occhi e urla: ” PADRE TI VOGLIO UCCIDERE, MADRE TI VOGLIO SCOPARE“.

In quel periodo Morrison si è appassionato agli scritti di Nietzsche su L’Edipo Re, la tragedia di Sofocle. Sta studiando il complesso di Edipo e quello di Elettra, di cui parla spesso con un amico, un professore di Psicologia. E’ da queste letture che si ispirano le parole pronunciate sul palco. Lo spiega lui stesso: “UCCIDI TUO PADRE VUOL DIRE CANCELLA TUTTE LE IDEE CHE TI SONO STATE INCULCATE MA NON TI APPARTENGONO. SCOPA TUA MADRE SIGNIFICA RISCOPRI L’ESSENZA, LA NATURA, LA REALTA’: SE VUOI PUOI RICONOSCERLA, AFFERRALA.”

8 Risposte

  1. … Uccido mio padre mi scopo mia madre significa:

    – Non accetto di soffocare e non soffoco il “sentimento” sull’altare delle false e trascendenti costruzioni puramente nominali istituite dal dominio;

    – Non mi lascio circuire dagli ipnotizzanti sortilegi delle mere dichiarazioni di bene, e non mi lascio circuire dalle affettate e false manifestazioni di chi rispetto alle logiche del dominio inscena una diversità fatta soltanto di parole “vuote”;

    – VIVO ogni volta che posso la immediatezza delle relazioni erotiche esprimendomi ed agendo senza mediazioni di “verbi” trascendenti e/o immanenti, esprimendomi ed agendo senza le mediazioni del già detto e del già fatto, esprimendomi ed agendo senza cadere nella trappola dei saperi ornamentali sempre istitutivi di gerarchiche separazioni e di intermedianti despoti “sapienti” (polimorfismo dei preti – v. mio componimento “Uno e trino o zero e quartino di-vino? E il Due dov’è?!…”);

    – Ecc.

    Ti riproduco qui di seguito un mio breve commento “Relazione tra desideri e bisogni” pubblicato sul diario fb di “Il vangelo secondo il sesso” http://www.facebook.com/pages/Il-Vangelo-Secondo-Il-Sesso/481457385249628, ed il mio componimento che ho menzionato sopra.

    Udine, 10 maggio 2013 – Aldo Pagano – aldo.pagano.ywmr@alice.it

    ————————–

    RELAZIONE TRA DESIDERI E BISOGNI

    … Ed invece all’origine è il de-siderio, cioè la con-dizione relazionale di non necessità, cioè la condizione relazionale di non necessità di calcolo, cioè la condizione relazionale di non “bisogno” di fare appello ad una dimensione alienata di divinazione perché la dimensione divina è già nella relazione originaria: perché all’origine la dimensione divina è una modalità relazionale di non trascendente trascendenza … Ed il tempo del de-siderio non è il tempo etico o circolare dell’antichità greca, poi riassunto da Nietsche, e tantomeno il tempo utilitaristico-lineare uni-dimensionalmente imposto dal pensiero coatto giudaico-cristiano, ma il tempo sincronico delle relazioni es-t-etiche.

    Dunque, è la repressione dei desideri che genera i bisogni.
    In seguito, appena mi sarà possibile, esporrò più compiutamente il rapporto intercorrente tra desideri e bisogni, anzi, con maggiore precisione, appena mi sarà possibile esporrò le diverse forme di rapporto che possono intercorrere tra desideri e bisogni.

    Udine, 28 marzo 2013 – Aldo Pagano – aldo.pagano.ywmr@alice.it

    ————————-

    UNO E TRINO
    O ZERO E “QUARTINO”… DI-VINO ?
    ( e il Due dov’è ? ! … )
    OVVERO
    IPERLOGICHE TRANSUSTANZIAZIONI
    INTRASOGGETTIVE E/O INTRAPERSONALI
    DELLO ZERO STRUMENTALE
    OVVERO
    IPERLOGICHE TRANSUSTANZIAZIONI
    INTRASOGGETTIVE E/O INTRAPERSONALI
    DEL DOMINIO ATTIVO E PASSIVO
    STORICAMENTE INCULCATO
    ANCHE ATTRAVERSO
    LA METAFISICA DEI NUMERI

    ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °

    … Ma chi è lo zero strumentale
    o “grande mezzano della storia”
    che sotto mentite spoglie
    ormai da millenni
    annichilisce e santifica
    nel proliferante teatro
    delle casuali e simulate
    (o)”sceniche” differenze
    reprobi ed eletti
    persone e soggetti
    vittime e carnefici ?

    … …. …

    Chi è il personaggio
    comunque asessuato
    mediante il quale
    un percorso di guerra
    vien fatto passare
    per via della pace ?

    … …. …

    Chi sono
    gli operatori bur(l)ocrati
    del mal-essere?

    … …. …

    Chi sono
    gli insaziabili vampiri
    travestiti d’angeli
    insieme ladri e guardie
    persone e soggetti
    vittime e carnefici
    che fino all’ultima goccia
    anche ai cosiddetti loro figli
    succhiano la linfa vitale
    delle inter-individuali
    relazioni sincroniche ?

    … …. …

    Chi sono
    i promotori di dogmi
    necessariamente mediante
    magismo occultismo e misterismo ?

    … …. …

    Chi sono
    gli imbonitori
    dell’im-perversante
    iper-narrativismo ?

    … …. …

    Chi ? Chi ? Chi ?
    Chi sono costoro ? !!!!!!!!!!!!
    CIOÈ:
    chi sono tutti questi preti1
    laici e pseudoreligiosi ???

    Udine, 06 settembre 2009

    Aldo Pagano – aldo.pagano.ywmr@alice.it

    Mi piace

    10 maggio 2013 alle 5:56 am

    • Caro Aldo,
      le mie pagine telematiche sono tali per “libero pensiero”, ritaglia anche tu uno spazio virtuale per divulgare i tuoi scritti.
      Mi rendo conto che non hai ben compreso il fine del mio lavoro.

      grazie

      Iridediluce Fiorella Corbi

      Mi piace

      10 maggio 2013 alle 11:41 pm

  2. Va bene, ma era per capire, dunque prendo atto delle differenze e dell’invito:

    – Per me qualunque sia lo strumento di comunicazione “libero pensiero” è sempre pensiero relazionale, pensiero aperto, pensiero fluido, pensiero che non si sottrae al dialogo ed al criterio di massima trasparenza; e non è “libero pensiero” il “pensiero” pietrificato dei soliloqui, dei giochi di specchi, delle mummie che con faccia tosta si autoproclamano libere pensatrici, e delle professionali speculazioni pseudodotte;

    – Platone? Un servo del dominio ed un instauratore della “logica” di riproduzione del dominio, un precursore delle pratiche pseudofilosofiche di installazione del dominio all’interno degli stessi individui.

    Udine, 11 maggio 2013 – Aldo Pagano

    Mi piace

    11 maggio 2013 alle 5:19 am

  3. SCUSA L’AGGIUNTA, poi non ti disturbo più.

    ———————-

    … Era per capire se oggi i social networks e i blogs sono spazi dove si produce libero pensiero ovvero funzionano anch’essi a senso unico come la carta stampata nell’era delle massicce e coatte introiezioni preferenzialmente mediante scolarizzazione, cioè se oggi i social networks e i blogs funzionano comunque, al di là del mezzo comunicativo, come la gran parte dei libri del mercato editoriale che ancora oggi ogni giorno sforna innumerevoli e personalistiche “bibbie” metropolitane.

    Era per capire se oggi i social networks e i blogs sono l’attuale versione del convito platonico dove i più o meno casuali partecipanti allo spazio “virtuale” sono preordinati al ruolo subalterno di semplici comparse deputate soltanto all’applauso (manina con il dito pollice all’insù), ovvero se attraverso lo spazio per i commenti oggi fossero state davvero inaugurate nuove forme di democrazia nella forma di salotti in rete e di talk show via web nei quali i partecipanti non hanno più da essere per preordinazione dei burattini.

    Ecc.

    Udine, 11 maggio 2013 – Aldo Pagano

    Mi piace

    11 maggio 2013 alle 9:20 am

    • Lei Aldo con queste parole mi conferma ulteriormente di non aver ben compreso il mio operato
      Qui i commenti sono liberi e ben accetti qualora fossero scritti, ciò che Lei dice di me lo mediti sulla sua persona e attività e vada a scuola di tolleranza. Altro che relazioni erotiche, e dal tono e dalla modalità di fare lei è capace solo di ascoltare se stesso. E’ un problema suo, non mio.
      Qui in questo anfratto telematico non dispenso nè Bibbie, nè Santi, nè Madonne… Lei in questo spazio ha preteso portare il “Suo Vangelo”, accetti che una Donna, Libera Pensatrice, le dica che non le interessa 😀

      Qui nel mio spazio virtuale vige questo motto artistico:
      “io mi perdo e mi ritrovo
      vecchio e nuovo usato mai
      mi sbiadisco e mi coloro
      son di me l’altra metà…”
      Naturalmente Strano, Renato Zero

      Cordialmente Iridediluce Dott.ssa Fiorella Corbi

      Mi piace

      11 maggio 2013 alle 10:15 pm

  4. Dott.ssa Fiorella Corbi,

    questa volta è scesa molto di tono, ed il disinteresse non può che essere reciproco… ma il caso non è affatto raro, anzi è molto tipico, il dotto non sa leggere: Lei non ha compreso né il mio pensiero e tantomeno il mio riferimento alle “bibbie” metropolitane, termine con il quale non certo arbitrariamente ho inteso indicare il mercato della produzione libraria che nel campo del sapere ornamentale da più di duemila anni sta declinando sempre la stessa verità: o del cosiddetto dio trascendente, ovvero – ma non è altro che un equivalente – delle cosiddette “profondità dell’inconscio” (come da testuali Sue parole nella risposta del 07 maggio h. 23,48), in nome della quale i soliti preti, manifesti o dissimulati, riproducono sempre la stessa logica: la logica platonica “uni”-dimensional-dialettica del dominio.

    …Eppoi, come al solito, il “dotto” prova a confondere anche le carte, e Lei mi redarguisce di intolleranza, quando basta rileggere la nostra corrispondenza per vedere chi tra noi due ha manifestato un pensiero intollerante.

    Ecc.

    Udine, 12 maggio 2013 – Aldo Pagano – Non “dotto” ma Libero pensatore!

    ————————

    Riproduco anch’io il testo di una canzone, “Dotti medici e sapienti” di Edoardo Bennato dall’album “Burattino senza fili”

    E nel nome del progresso
    il dibattito sia aperto
    parleranno tutti quanti
    dotti medici e sapienti…
    tutti intorno al capezzale
    di un malato molto grave
    anzi gia’ qualcuno ha detto
    che il malato e’ quasi morto…
    cosi’ giovane e’ peccato
    che si sia cosi’ conciato
    si dia quindi la parola
    al rettore della scuola:
    sono a tutti molto grato
    di esser stato consultato
    per me il caso e’ lampante
    costui e’ solo un commediante!
    no, non e’ per contraddire
    il collega professore
    ma costui e’ un disadattato
    che sia subito internato!
    al congresso sono tanti
    dotti, medici e sapienti
    per parlare giudicare
    valutare e provvedere
    e trovare dei rimedi
    per il giovane in questione
    questo giovane malato
    so io come va curato
    ha gia’ troppo contagiato
    deve essere isolato!
    son sicuro ed ho le prove
    questo e’ un caso molto grave
    trattamento radicale
    prima che finisca male!
    mi dispiace dissentire
    per me il caso e’ elementare
    il ragazzo e’ un immaturo
    non ha fatto il militare!
    al congresso sono tanti
    dotti, medici e sapienti
    per parlare giudicare
    valutare e provvedere
    e trovare dei rimedi
    per il giovane in questione…
    permettete una parola
    io non sono mai andato a scuola
    e fra gente importante
    io che non valgo niente
    forse non dovrei neanche parlare
    ma dopo quanto avete detto
    io non posso piu’ stare zitto
    e percio’ prima che mi possiate fermare
    devo urlare e gridare
    io lo devo avvisare
    di alzarsi e scappare
    anche se si sente male
    deve subito scappare…
    scappa!….
    scappa!…
    scappa!…
    scappa!

    Dotti medici e sapienti, da Burattino senza fili, Edoardo Bennato

    Mi piace

    12 maggio 2013 alle 2:42 am

    • Maschietto incavolato fai due fatiche, a difference tua me la godo!

      Mi piace

      14 maggio 2013 alle 12:40 am

  5. Condivido.

    Mi piace

    22 maggio 2013 alle 6:51 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...