L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Note sulla complessità del femminile

brain(s)nippets

Erich Neumann (Berlino, 23 gennaio 1905 – Tel Aviv, 5 novembre 1960),  descrive il carattere femminile come un archetipo presente nella psiche umana di ambo i sessi.

Se alla comune percezione le strutture archetipali appaiono come dei surrogati secondari alla psiche cosciente, all’Io. Neumann puntualizza che è vero l’inverso. L’io è secondario e subordinato.
L’archetipo è da intendere come una figura o un’immagine interiore assolutamente inconscia condivisa con l’umanità. E’ ragionevole supporre che sia di natura genetica il che spiegherebbe la sua natura ereditaria.
L’esperienza diretta introspettiva non è in grado di cogliere queste strutture che rimangono celate nell’inconscio, gli archetipi della psiche sono riconosciuti attraverso le produzioni artistiche, l’attività onirica e sono identificabili nei miti e nelle religioni di tutte le popolazioni, essi risultano perciò un fenomeno “cross culturale” condiviso. Per osservarli occorre riferirsi alla loro struttura simbolica e dinamica che affiora dall’inconscio, possono cambiare nel corso…

View original post 1.236 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...