“I libri si rispettano usandoli.” U. Eco

Heqet: La dea rana della fertilità nell’antico Egitto

Una delle divinità più singolari e famose che proveniva dall’antica mitologia egizia era Heqet, la dea della fertilità che era raffigurata come una rana .

Continua a leggere per scoprire come è nata e quale era il suo ruolo nella vita degli antichi egizi.

La dea rana

Heqet (scritto anche come Heqat, Hekit, Heket, Hegit e Heget) è stato descritto come la dea egizia della fertilità nell’antico Egitto . Ci sono diverse potenziali fonti che indicano che il suo nome era molto probabilmente pronunciato come Ḥaqā́tat in epoca del Medio Egitto. Non esiste una definizione certa per il suo nome, ma è stato plausibilmente acquisito dalla parola “heqa”, che significa “sovrano” o “scettro”.

Si dice che il nome di Heqet derivi dal nome della dea greca della stregoneria, Ecate . Nonostante la somiglianza dei loro nomi, le due dee erano affatto simili, ma avevano una certa familiarità l’una con l’altra.

Queste due antiche dee erano entrambe associate alla nascita, morte e risurrezione , e ci sono affermazioni e considerazioni che Heqet fosse il più anziano di tutti gli antichi spiriti egizi. Questo è anche il motivo per cui è ammirata come una divinità onnisciente e un tipo di entità dall’inizio alla fine nelle scritture egiziane

Aspetto esteriore

La dea egizia Heqet è stata ritratta con l’aspetto di una rana anfibia o di una donna con la testa di una rana . Sembrava essere nella sua forma antropomorfa sulle pareti dei templi mentre sugli amuleti era raffigurata nella forma della rana anfibia.

In molte culture, le rane sono viste come un segno di fertilità, vita, rinascita e rinnovamento. Quindi rappresentava anche la dea levatrice Heqet, che controllava la generalità e la nascita nell’antico Egitto .

Altri dei associati a Heqet

Secondo alcune affermazioni, si pensava che Heqet fosse la moglie di Khnum , il dio creatore di Abu. Si dice che abbia creato ogni persona usando il fango del fiume Nilo e il suo tornio da vasaio, cosa che lo ha reso il dio della creazione. Heqet ha respirato la vita nelle creazioni di Khnum prima che fossero collocate nel grembo delle loro madri.

Insieme, la dea Heqet e il dio creatore Khnum erano responsabili della creazione, formazione e nascita di tutti gli esseri viventi . Heqet era considerata la controparte femminile del dio creatore Khnum. Ebbero un figlio chiamato Her-ur, che in seguito crebbe come il dio della regalità e del cielo.

In un’altra tradizione, Heqet era la moglie di Heh , ed era Heh a creare ogni persona prima che Heqet desse vita ai suoi mestieri. In altre tradizioni si dice che Heqet fosse la moglie di Horus il Vecchio. Ci sono anche altre credenze che dicono che Heqet fosse la seconda moglie di Shu (Tefnut era la prima moglie e sua sorella gemella).

Chi è Heqet nella mitologia egizia?

Una delle fedi, credenze e culture più antiche dell’antico Egitto era l’onore della dea rana, che si presumeva avesse un ruolo principale nell’evoluzione e nella creazione del mondo e delle persone che vi abitavano. La dea rana, Heqet, era una delle divinità importanti per gli antichi egizi, in particolare per le donne incinte, le madri e persino le regine e i nobili. La sua rappresentazione della fertilità e dell’abbondanza durante quel periodo le diede grande importanza.

Heqet e la storia delle triplette

Heqet aveva tutte le capacità standard di essere una dea . Si credeva che fosse allineata con la gravidanza e il parto. Nella storia delle terzine, si narra che il grande dio del sole Ra mandò un gruppo di dee ad assistere una donna reale di nome Ruddedet, che stava avendo difficoltà e dolore nel dare alla luce i suoi tre figli che erano in linea per essere i re della quinta dinastia.

Quattro divinità, tra cui Heqet e le dee Iside, Nephthys e Meshkemet, si presentarono come ragazze danzanti e il dio creatore Khnum agì come servitore delle dee. La dea Iside nominò i tre figli di Ruddedet, mentre la dea Meshkemet profetizzò il destino dei bambini. Il dio creatore Khnum ha benedetto i bambini appena creati affinché fossero forti e sani.

Heqet sembrava “accelerare la nascita” delle triplette reali di Ruddedet, adempiendo al suo lavoro di divinità rana che ha dato vita ai bambini appena creati . La storia delle triplette indica che i figli di Ruddedet furono generati da Ra, il dio del sole, e divennero i re adoratori del sole della quinta dinastia.

Heqet e il suo ruolo di importante levatrice

Si diceva che le sacerdotesse della dea levatrice Heqet fossero professioniste in ostetricia . Le ostetriche dell’antico Egitto si proclamavano servi di Heqet (sebbene al momento non sia stato scoperto alcun termine antico egizio per “ostetriche”).

Si dice che anche la dea levatrice Heqet e il dio creatore Khnum fossero quelli che guidarono Ahmose nella stanza del parto per dare alla luce il bambino appena creato di nome Hatshepsut. La dea levatrice reggeva un ankh che simboleggiava la vita del bambino con il nome Hatshepsut e il suo ka.

Heqet ha dimostrato ancora una volta le sue capacità divine come un’antica dea levatrice egiziana che ha dato vita ai bambini appena creati. Il coinvolgimento della dea con il parto la portò ad ottenere il titolo di “ colei che affretta la nascita ” al tempo del regno di mezzo.

Raffigurazioni nell’arte antica

Nei templi del primo millennio, Heqet sembrava assistere le dee mentre dava alla luce figli divini . Ad Abydos, Heqet era ammirato per aver aiutato Iside a portare Horus nel mondo e per aver aiutato il dio assassinato Osiride a essere redento. Tutti gli egiziani aspiravano all’obiettivo che dopo la loro morte, Heqet avrebbe agito come una levatrice divina per il loro tempo di rinascere.

Nei Testi delle Piramidi, si diceva anche che Heqet assistesse i faraoni mentre si facevano strada attraverso il cielo delle stelle eterne. Da allora, la dea Heqet fu considerata anche una dea della resurrezione . 

 

Rappresentazioni e simboli di Heqet

Heqet era il dio della rana egizio che divenne il simbolo della fertilità e della fecondità per le persone nell’antico Egitto. C’erano molte divinità che simboleggiavano la fertilità, ma Heqet era una delle più famose. Ogni dea che simboleggiava la fertilità ha avuto la sua parte nella storia delle credenze e della cultura degli egizi.

Simbolismo delle rane

La divinità rana era molto conosciuta per essere un essere divino che possedeva il fascino della fertilità e un nuovo inizio nella vita . Si ritiene che le rane significassero fecondità e nuova vita durante quel periodo. Con questo in mente, si pensava spesso che le prime statuette di rane fossero raffigurazioni di Heqet, poiché era considerata l’antica divinità egizia della rana che rappresentava la fertilità, la fecondità e la rinascita.

Le rane hanno svolto un ruolo importante nell’economia, nella religione e nella società degli antichi egizi. Per gli egizi la rana era un segno di vita e fertilità e consideravano Heqet il loro dio egizio delle rane. C’è qualcosa di distinto nelle rane che ha affascinato gli egiziani, perché le rane sono creature davvero affascinanti di per sé e portano molti tratti unici che non si trovano nella maggior parte degli animali.

Rane nel fiume Nilo

Prima dell’inondazione (l’inondazione annuale del fiume Nilo), le rane cominciavano a comparire in gran numero . Le inondazioni annuali del fiume Nilo erano essenziali per l’agricoltura degli antichi egizi, poiché l’inondazione del fiume Nilo distribuiva l’acqua a campi e terre più lontani. Su questa base, le rane furono in seguito associate alla fertilità e all’inizio della vita sulla terra.

Nelle acque ritirate causate dalle inondazioni annuali del fiume Nilo, le rane emergevano a frotte , facendo sì che un numero enorme di animali raggiungesse la terraferma. Forse uno dei motivi dell’associazione primaria delle rane con la fertilità era il numero spontaneo di rane che sembravano nascere dal fango.

Culto di Heqet

La dea Heqet fu menzionata per la prima volta nei Testi delle Piramidi durante il periodo della storia dell’antico Egitto chiamato Antico Regno (dal 2686 a.C. al 2181 a.C.), mentre l’ascesa dei culti della dea Heqet fu registrata durante il primo periodo dinastico (3000 a.C. o prima). Il nome di Heqet faceva parte dei caratteri di alcuni personaggi della Seconda Dinastia di alto rango.

Amuleti e bacchette

Considerando che Heqet era legato alla resurrezione e alla rinascita, le persone durante l’antico Egitto iniziarono a creare e indossare amuleti dedicati a questa dea . In particolare, hanno usato la croce cristiana con la scritta “Io sono la risurrezione”. Questi amuleti furono usati da alcuni dei primi cristiani.

Le donne egiziane (per lo più donne egiziane incinte) generalmente indossavano ciondoli associati a Heqet sotto forma di rane o della stessa dea per attirare il suo favore. Questa è una pratica protettiva comune e come simbolo della benedizione della dea. Le bacchette d’avorio incise con il nome della dea rana erano usate anche per i rituali per ottenere protezione da Heqet per scongiurare il male durante le fasi finali della gravidanza e del parto.

Heqet che appare sulle bacchette magiche d’avorio indicava che era una protettrice in molti modi, inclusa una protettrice della salute e una protettrice della casa. Gli antichi egizi adoravano Heqet e seguivano le loro credenze sulla dea rana . Hanno condotto attività, come rituali e preghiere, per esemplificare la loro forte adorazione per questa divinità.

Conclusione

C’erano sicuramente molte tradizioni, affermazioni e credenze diverse che ruotavano attorno ai miti e alla fede degli antichi egizi. Un esempio particolare era la loro fede nella dea rana, Heqet, così come il modo in cui onoravano la sua esistenza divina, origini, rappresentazioni e miracoli .

  • La dea Heqet ha contribuito molto alla storia della fede e delle culture degli egizi.
  • Heqet era una dea che simboleggiava e rappresentava la fertilità, la fecondità e la nuova vita.
  • Gli antichi egizi credevano che l’esistenza divina di Heqet fosse una benedizione per loro, specialmente per coloro che stavano pregando per la fertilità, coloro che avevano bisogno di assistenza durante il parto e coloro che aspiravano a rinascere.
  • Le rane erano un segno di vita e fertilità, quindi consideravano Heqet un dio egizio delle rane.
  • L’adorazione di Heqet è registrata in vari testi e iscrizioni e a sua somiglianza sono stati trovati anche incantesimi protettivi come amuleti e bacchette.

Le dee erano potenti e miracolose a modo loro e consentivano un significativo arricchimento della religione e della cultura egiziane. Uno dei più grandi miti usciti dall’antico Egitto era l’esistenza divina della stessa dea Heqet .

2 Risposte

  1. Non è che Sobek si é magnato Heqet?

    "Mi piace"

    9 Maggio 2022 alle 21:55

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.