L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

28 Luglio 2010, h 14.30

Cosa raccontarti dei miei sogni:

agitazione rappresa alle onde increspanti,

paura nella schiuma che le sovrasta

e si congiunge alla battigia…

poi la tranquillità che non dimora in me da tempo.

Vorrei nelle intenzioni lasciarti andare,

allontanarti da me…

guardarti qui in questa dimensione temporale

osservarti come solo adesso potrei,

e ricostruire un immenso per noi

quasi alieno in questa vita.

Per te mi ritrovo a scrivere…

rileggo pensieri nebulosi e poco allegri

cercandone rimedio al fattibile.

Non è più il tempo per me di relegarmi al ruolo di dama oscura,

al tempo stesso, per idiosincrasia,

non ti sorrido.

Ed ecco il fruire la vita in me,

nonostante tutto il dolore profondo,

cui adesso posso dare nome.

Ora la nebbia inizia a dissiparsi,

e all’incedere del mio passo

corrisponde il tuo sgretolarti.

Una Risposta

  1. Vizi & Virtù

    Anche se ne ho commentate solo un paio, le tue liriche sono tutte belle!
    …di questa poi piace molto anche la foto, di chi è il quadro?

    Mi piace

    14 maggio 2012 alle 9:18 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...