L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Uomini contro le donne?

uomini contro donne

Sempre più spesso si sente parlare e si leggono articoli sulla violenza maschile contro le donne. La portata di questo fenomeno sta finalmente emergendo e sta conquistando l’attenzione pubblica. Uomini contro le donne? Le radici della violenza maschile affronta questo tema in modo innovativo: partendo dal maschile, interrogandolo e interrogandoci sui processi sociali e culturali che portano così tanti uomini a esercitare violenza contro le donne (spesso compagne o ex compagne) e contro le persone omosessuali, transessuali e transgender. I riflettori vengono così finalmente puntati su ciò che solitamente rimane in ombra: il maschile.

Le riflessioni proposte nl testo prendono avvio dai mutamenti legati alle identità di genere e al ruolo che la violenza ha nel continuo processo di ridefinizione del maschile e del femminile. Per comprendere questo nesso, mettiamo in luce i modi in cui donne e uomini abitano oggi insieme la scena sociale, le relazioni di potere che quotidianamente costruiscono, gli orientamenti culturali e le visioni del mondo che esprimono.

Il libro include le analisi di autori internazionali e italiani, esperti negli studi sulla violenza di genere e sulla costruzione della maschilità, accanto alle riflessioni e alle esperienze di esponenti della società civile, delle associazioni e dei movimenti che operano da anni in questo settore. La riflessione proposta è interdisciplinare, capace di tenere insieme la riflessione teorica sui nessi «invisibili» tra violenza e identità di genere, l’analisi delle forme di rappresentazione della violenza stessa, lo studio dei modi in cui la violenza viene affrontata e mediata politicamente.

Uomini contro le donne? Le radici della violenza maschile è un’utile guida per chi, a vario titolo, si occupa di violenza maschile e di differenze di genere. Oltre all’ambito accademico questo testo è pensato per chi lavora in ambito educativo, psicologico, medico, sociale, per professionisti della comunicazione e del marketing, operatrici e operatori dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per le donne maltrattate, nonché per tutte le persone che desiderano comprendere meglio questo fenomeno e attivarsi per porvi fine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...