“I libri si rispettano usandoli.” U. Eco

Articoli con tag “Julie de Lespinasse

Julie de Lespinasse

Julie_de_Lespinasse(Lyon, 1732 – Parigi 1776).

Figlia illegittima del Conte Gaspard di Vichy, fratello della marchesa du Deffand e la contessa di Albon, Julie de Lespinasse crebbe nella casa materna ove la madre morì anziana, alla morte della quale si trasferì presso il Conte e Contessa di Vichy. Nel 1754 divenne la dama di compagnia per Madame du Deffand, che la introdusse nel bel mezzo della vita della società parigina. La ragazza presto guadagnò la stima del circolo di amici di Madame  de Deffand dove sua prontezza e la sua intelligenza brillante furono immediatamente notate e apprezzate. Gelosa del successo della sua protetta Madame de Deffand la allontanò prima della rottura definitiva nel 1763. Julie de Lespinasse, poi  aprì un proprio salotto che, anche se più modesto di  quello precedente,  attrasse i filosofi più brillanti e diventò un ritrovo importante del movimento Samantha-clopediste.  Fece  conoscenza di D’Alambert, ma il loro amore rimase platonico. Nel frattempo Julie incontra il Marchese de Mora e si innamorarono, ma il loro progetto di matrimonio fu impedito dalla famiglia del Marchese. A causa di una malattia Julie dovette allontanarsi nella sua casa di campagna dove nacque una violenta passione con il Conte di Guibert. Nonostante l’apparente indifferenza, questo amore durerà fino alla sua morte. Alcuni si accorsero  delle tendenze del romanticismo nel temperamento esaltato e la violenza dei suoi sentimenti. «C’è che una cosa che resiste, ha scritto, è passione, ed è amore, perché tutti gli altri sarebbero rimasti senza risposta […]». C’è solo amore-passione e la beneficenza che sembrano sostenere il tema di vita. “Morì il 22 maggio 1776, nel giorno del suo quarantaquattresimo compleanno.


Madame Du Deffand

 Fu una delle più famose donne della Francia del XVIII secolo.

Marie, marchesa di Deffand (1697-1780)nacque a Lione, crebbe in un monastero benedettino a Parigi. Nel 1718, sposò il marchese Deffand, che non stimò mai. Fu una donna di lettere il cui salotto era frequentato da molti intellettuali d’Europa tra, scrittori, artisti, nobili.

La sua intelligenza e la sua abile comunicativa esercitavano fascino, anche se soffriva di cecità.

Alla morte del marito, si  trasferì nel convento di San Giuseppe, rue Saint Dominique negli appartamenti già occupati da Madame de Montespan, dove, nel 1749, tenne un salotto ove brillava più luminosa tra filosofi, artisti, scrittori e aristocratici coltivando incontri con i suoi ospiti Franklin, Horace Walpole, Jean François La Harpe, Mademoiselle Clairon, Jean-Jacques Rousseau, Julie de Lespinasse, se Voltaire e D’Alembert erano i suoi ospiti più intimi, si intratenne tra cui il Presidente Henault ( suo amante che la introdusse alla duchessa de Maine, dove  incontrò molte personalità del mondo delle letteratura , Scienza e Arte.) Bridge Watch, Turgot, Montesquieu, il duca di Choiseul, Chevalier de Boufflers, d’Alembert, Edward Gibbon, Fox, Benjamin con scrittori illustri come Fontenelle, Marivaux o Sedaine, filosofi come Helvetius, come scultori, architetti come Falconet Soufflot o pittori come Van Loos Vernet. Divenne cieca nel 1752,  prese per il lettrice Mademoiselle de Lespinasse, che lasciò nel 1763 a curare il suo salotto. La sua corrispondenza epistolare con il signor Bernstorff, inviato straordinario del re di Danimarca, il barone Scheffer  inviò in Svezia, Ginevra Saladino, Horace Walpole ,Voltaire ci racconta di una donna, spirituale e scettica. Questi scambi di cui Madame du Deffand  abilmente muoveva le redini, sembra un quadro variegato di Parigi.

Madame du Deffand ebbe una grande passione per Horace Walpole, che conobbe all’eta di 68 anni, e a cui lasciò tutti i suoi scritti. La sua corrispondenza con Walpole, con il suo intimo amico Henault, con Voltaire e con gli numerosi personaggi, scritta in uno stile ammirevole, rivela la sua solida capacità di giudizio, oltre a gettare una luce sulle cartteristiche della vita sociale e intellettuale dell’epoca.