L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Preliminari sessuali: i 6 punti del piacere

La fantasia come sempre è la benzina per una buona e soddisfacente attività sessuale, senza di lei sarebbe difficile avere dei rapporti piacevoli, nuovi e goderecci. In amore, ed in particolare sotto le lenzuola, l’importante è variare e una delle cose che noi donne apprezziamo di più sono i preliminari. Quelli non devono mai mancare e attenzione perchè se fatti male si otterrà l’effetto contrario. Dei preliminari sessuali fatti repentinamente o svogliatamente metteranno solo di cattivo umore e ci riporteranno a cadere a capofitto sulla terra, senza farci godere neanche un po’! Per capire perchè e come ‘esercitare’ i preliminari bisogna innanzi tutto sapere che le zone erogene sia della donna che dell’uomo non sono un paio ma molte di più , quindi le possibilità sono diverse. Dopo il salto i sei punti del piacere tutti da scoprire.

La celebre sessuologa americana Veronica Monet ha stilato questa semplice ma utilissima lista dei sei punti del piacere sessuale prima della penetrazione!

 

Il perineo

Tra gli organi genitali e l’ano c’è il perineo e non deve assolutamente essere trascurato! E’ uno dei punti più importanti per la sessualità che ha bisogno di essere toccato e sempre in maniera diversa per stimolarlo nuovamente. È ipersensibile, ricco di terminazioni nervose e spesso dimenticato, ma erroneamente perché invece è in grado di regalare grandi soddisfazioni. Va stimolato con delicatezza, con le dita, la lingua o un piccolo vibratore.

Le estremità del corpo

I piedi per esempio sono una delle zone erogene per eccellenza, un massaggio fatto con olio tiepido sarebbe il massimo. Se proprio l’idea non vi dovesse piacere l’idea Veronica Monet consiglia di ‘Prendere il piede del partner in mano e tenerlo stretto. Anche solo questo tipo di contatto risulterà piacevolissimo’.

I gioielli di famiglia

Dopo il pene, i testicoli sono uno dei punti del piacere più intensi. Dedicare un po’ di tempo a loro alimenta il piacere di molto. Solitamente dei caldi baci stimolano al massimo ma se proprio non dovesse fare al caso vostro perché vi imbarazzate, scaldatevi tra le mani dell’olio per rapporti intimi e poi accarezzatelo.

Il famoso punto G

Il punto del mistero, tutti si chiedono dove sia, quale sia il proprio e soprattutto sono in molti a pensare che sia presente solo nelle donne, invece no. Il fatidico e misterioso punto G, il punto del piacere per eccellenza, è bisessuale, esiste sia per lei che per lui. La Monet dà delle istruzioni semplici e precise per trovarlo: inserire nella vagina di lei o nell’ano di lui un dito, palmo della mano rivolto verso l’alto, per una profondità di circa 4 centimetri. Esplorare lentamente alla ricerca di quel punto vagamente ruvido e rigonfio (sarà il partner a farvi capire quando l’avete trovato) e poi stimolarlo muovendo la punta del dito verso di voi, come se steste invitando a gesti qualcuno ad avvicinarsi. Il risultato è garantito, punto G identificato!

Massaggio sul retro …

I glutei sono degli impareggiabili strumenti di seduzione. Già solo alla vista ispirano eccitazione e se stimolati lo faranno ancor di più. Un massaggio delicato lì dove finisce la sciena subito sopra le natiche stimolerà anche gli organi sessuali regalando sensazioni inaspettate.

Baci sul viso

Parlando di zone erogene e di sessualità a volte capita di lasciar da parte le cose più semplice che restano però quelle più efficaci. Nessuno pensa mai alle palpebre, eppure niente come qualche bacio delicato sugli occhi comunica passione e adorazione. Lo stesso vale per il collo. Carezze, baci e sussurri intorno al viso, alle orecchie agli occhi provocheranno dei brividi inaspettati che riscalderanno il corpo più che mai.

3 Risposte

  1. Mi pare che la signora Veronica Monet abbia dimenticato i capezzoli…o no?

    Mi piace

    18 giugno 2012 alle 3:02 am

  2. Pingback: Quando l’eiaculazione precoce si deve vedere come un problema davvero complicato? | Eiaculazione Rimedi

  3. Giusto il concetto “se fatti male si otterrà l’effetto contrario”. Quindi la prima zona erogena è forse l’intenzione della mente…

    Liked by 1 persona

    8 dicembre 2013 alle 7:24 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...