L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Edda Ciano, la mia vita

edda-ciano-la-mia-vita-L-LxDpz4

Un carattere ribelle, un “maschiaccio”, una che dalla vita ha ricevuto gioie ma anche grandi dolori. Edda Ciano, primogenita del Duce, si racconta in questo libro realizzato grazie a diverse interviste firmate da Domenico Olivieri. Ne esce un quadro di una donna forte e indipendente, forse troppo per il tempo in cui crebbe, pronta a fuggire con un amico in Jugoslavia pur di realizzare la vita che voleva. Un grande amore per il padre, una sorta di distacco dalla madre, Donna Rachele, qui dipinta con tratti di donna pratica, dura a volte. Edda, che fumava e guidava la macchina in un’epoca ben lontana dall’aria di emancipazione degli anni Settanta, sposò Galeazzo Ciano, poi fucilato su ordine di Mussolini dopo la riunione del Gran Consiglio del fascismo nel luglio del ’43. Poco dopo Edda perderà anche il padre, il cui corpo, insieme a quello dell’amante Claretta Petacci ed altri fedelissimi, fu appeso sopra un distributore di benzina, in piazzale Loreto. Una vita travagliata, ma a tratti anche divertente, come traspare dalle risposte alle domande di Olivieri: di certo una vita fuori dal comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...