L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Emmanuelle

Emmanuelle, titolo originale Emmanuelle Livre 1 – La Lecon d’homme, è un romanzo erotico francese firmato da Emmanuelle Arsan – ma in realtà, come risulta da numerose testimonianze, scritto dal marito diplomatico, Louis-Jacques Rollet-Andriane – pubblicato per la prima volta nel 1967.

Emmanuelle Arsan – Emmanuelle scarica il PDF

emmanuellemilanobompian

“…L’hostess credette che Emmanuelle dormisse e abbasso’ con precauzione la spalliera, trasformando il sedile in cuccetta. Distese una coperta di cachemire sulle lunghe gambe illanguidite che il movimento della poltrona aveva scoperto sino a metà coscia. Allora l’uomo si alzo’ e compi’ egli stesso la manovra che portava la sua poltrona al livello della vicina di cabina. […] l’hostess auguro’ la buonanotte e spense le luci del soffitto. Solo due lampadine schermate dalla luce violetta impedivano agli oggetti e alle persone di perdere qualsiasi forma. Emmanuelle si era abbandonata senza aprire gli occhi alle cure che le venivano prodigate. La sua fantastikeria non aveva pero’ nel frattempo perso nulla della sua intensità nè della sua urgenza. La mano destra le scivolava adesso lungoil ventre, molto lentamente, trattenendosi, fino a raggiungere il livello del pube, sotto la coperta, leggera che il suo procedere faceva increspare. Ma, in questa penombra, chi poteva vederla? Con la punta delle dita esplorava, scavava la soffice seta della gonna, la cui aderenza impediva alle gambedi allargarsi: tendevano la stoffa, nello sforzo di aprirsi, e vi riuscirono in parte, finalmente, così da permettere alle dita di sentire, attraverso il tessuto sottilissimo, il bottone di carne in erezione che stavano cercando e sul quale premevano con dolcezza.

Quasi immediatamente la mano dell’uomo si poso’ sulla sua. [..] col respiro mozzato, Emmanuelle sentì che i muscoli e i nervi le si intrecciavano come se un getto d’acqua gelida l’avesse frustrata in pieno ventre.. […]  Quando la mano tocco’ la sua pelle nuda, per la prima volta Emmanuelle sussulto’ e tento’ di sfuggire al sortilegio… Come se volessero trarre a edificazione di emmanuelle la lezione di questa vana rivolta, le mani del’uomo l’abbandonarono improvvisamente…

Ma ella non ebbe neanche il tempo di kiedersi cosa significasse quest’improvviso cambiamento, poichè gia erano di nuovo su di lei, stavolta all’altezza della vita, sicure, rapide, intente a slacciare il gancio della gonna, a tirar giula stoffa sulle anche, fino alle ginocchia. Poi risalirono. Una mano penetro’ negli slip di Emmanuelle.

L’uomo accarezzo’ col palmo il suo ventre sodo e piatto, appena sopra il rigonfiamento del pube. Le sue dita corsero lungo le pieghe dell’inguine, poi al disopra del vello, tracciando gli angoli di un triangolodi cui sembravano stimare l’area. Quando la mano percorreva il ventre di Emmanuelle  fu sazia di proporzioni, forzo’ le cosce ad aprirsi ancora di piu’: esse obbedirono, allargandosi quanto possibile[…]

La mano prese nel suo incavo il sesso caldo e ricolmo, carezzandolo come per placarlo, senza fretta, con un movimento che seguiva il solco delle labbra, tuffandosi – dapprima leggermente – tra di loro per passare sul clitoride eretto a venire a riposarsi sui fitti riccioli del pube…. Poi ad un nuovo passaggio tra le gambe, che, respingendo la gonna, si separavano con piu’ ampiezza, le dita dell’uomo scesero per partire da piu’ lontano, risalendo ad affondarsi piu profondamente tra le umide mucose, rallentando il loro movimento man mano che la tensione di E. cresceva…….

Dall’aeroporto di Londra, Emmanuelle, si imbarca sull’aereo che la porterà a Bangkok. Durante il volo non si risparmia e concede le sue grazie a due sconosciuti viaggiatori. A Bangkok scende dall’aereo e si getta nelle braccia di Jean, suo marito da circa 6 mesi.
La Royal Bangkok Sports Club, piscina della città di Bangkok, vede riunite molte delle mogli di uomini francesi che lavorano in Thailandia. Ariane, moglie del consigliere dell’ambasciatore di Francia, ha ventisei anni e sta raccontando la sua ultima avventura, durata tre giorni, con il comandante e con alcuni altri uomini del Filibustiere, nave che era attraccata al locale porto. Insieme a Ariane ed Emmanuelle c’è anche Marie-Anne che ha tredici anni.
Emmanuelle e Marie-Anne diventano subito amiche. Il giorno dopo Marie-Anne va a trovare la sua nuova amica, Emmanuelle, direttamente a casa sua. Le due donne si mettono in libertà e Emmanuelle, sollecitata da Marie-Anne, narra come ha conosciuto suo marito e come è stata la sua prima volta. Al ritorno a casa di Jean, Emmanuelle si concede a lui e gli confessa che desidererebbe fare l’amore anche con Marie-Anne.
La mattina successiva Emmanuelle va in piscina per fare una nuotata e, casualmente, incontra Ariane. Dopo un primo momento dove entrambe si sdraiano al sole decidono di andare in un centro massaggi. Anche al centro massaggi Emmanuelle non ci mette molto a lasciarsi andare con la massaggiatrice. Alcuni giorni dopo Emmanuelle viene invitata ad una festa a casa di Marie-Anne e li conosce Bee e non ci vuole molto perché le due ragazze simpatizzano.
Il romanzo continua con altre avventure di Emmanuelle con le sue amiche, con il marito Jean ed anche con altri personaggi del romanzo.

Emmanuelle Arsan, vero nome Marayat (Bangkok, 1932), è un’attrice thailandese naturalizzata francese.

Tailandese, sposa a 16 anni un diplomatico francese dell’UNESCO, Louis-Jacques Rollet-Andriane da questo matrimonio nascono due figlie.
Negli anni ’60 ebbe alcune esperienze cinematografiche, per esempio nel film Quelli della San Pablo (1966, accreditata come Marayat Andriane), e nell’episodio Turn of a Card (ep. 26. stag. 2) della serie televisiva La grande vallata (The Big Valley, 1967).
Nello stesso periodo, venne pubblicato un romanzo erotico intitolato Emmanuelle e firmato da una fantomatica Emmanuelle Arsan, che narrava le vicende in una giovane donna alla ricerca dell’emancipazione sessuale attraverso una serie di esperienze trasgressive e libertine.
Dal libro fu tratto un film di successo, con lo stesso titolo Emmanuelle: dal film e dal “marchio” Emmanuelle sono stati in seguito tratti decine di film non ufficiali (non tratti dal libro) che semplicemente riprendevano il personaggio o varianti dello stesso. Dopo Emmanuelle, escono altri libri erotici firmati Arsan, come Néa (1976), Laure (1976), Vanna (1979), ecc.
In realtà, come risulta ormai da numerose interviste e testimonianze (in particolare quelle rilasciate dal produttore Ovidio G. Assonitis), il vero autore dei romanzi erotici firmati “Emmanuelle Arsan”, era il marito Louis-Jacques Rollet-Andriane, il quale, essendo un diplomatico e un alto funzionario dell’Unesco, non poteva certo permettersi di firmare con il suo vero nome degli scritti di genere erotico e quindi usò la moglie in un certo senso come “prestanome”.
Nel 1976, Marayat partecipò come attrice al film Laure, diretto dal marito Louis-Jacques, nel ruolo di Myrte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...