L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Squirting: l’eiaculazione femminile

E’ poco conosciuta ed è abbastanza rara come esperienza. Ma esiste: anche la donna può eiaculare esattamente come l’uomo. Ecco tutte le informazioni sullo squirting

Sapevate che l’eiaculazione non è una prerogativa unicamente maschile? Anche le donne possono reagire all’orgasmo con l’eiaculazione: si tratta di un’eventualità generalmente abbastanza rara, che non tutte sperimentano con facilità, e soprattutto poco studiata dalla scienza. In termini tecnici si parla di squirting o gushing.

Lo squirting consiste quindi nella fuoriuscita di un liquido dall’uretra in reazione all’orgasmo provocato dalla stimolazione del punto G o del clitoride. Molti sono convinti che si tratti di urina, ma non è così. Questo liquido fu infatti analizzato per la prima volta nel 1981 da un team di scienziati, i quali giunsero alla conclusione che si trattava di un liquido molto similare allo sperma maschile. Di certo non si trattava di urina.

Lo squirting: da cosa è provocato
Come già detto, lo squirting è legato alla stimolazione del punto G, che, a dispetto del nome, non è un punto definito, ma un’area più o meno estesa , che si trova all’interno della vagina in corrispondenza della vescica. Gli scienziati infatti ci insegnano che il nostro punto G altro non è che il corrispettivo della prostata maschile. Il funzionamento dello squirting è stato spiegato per la prima volta in maniera completa nel 2002 dall’endocrinologo italiano Emanuele Jannini. Il liquido dello squirting viene prodotto da alcune ghiandole che si trovano intorno all’uretra, dette appunto periuretrali. Queste ghiandole si riempiono di liquido durante l’attività sessuale, per poi svuotarsi con l’orgasmo. Grandezza e quantità di queste ghiandole varia da donna a donna, e proprio per questo non tutte possono provare l’esperienza dello squirting.

Testimonianze
Diverse donne che hanno provato lo squirting affermano che è strettamente collegato allastimolazione del clitoride o del punto G. Alcune dicono di provarlo solo con un uomo che amano profondamente e col quale vivono un’intimità molto coinvolgente. Altre invece raggiungono lo squirting solo tramite la masturbazione. Alcune addirittura sostengono di esserci arrivate solo dopoanni e anni di costante masturbazione del punto G.

Secondo chi l’ha provata, l’eiaculazione femminile sarebbe un’esperienza profondamente piacevole e soddisfacente. Ma allo stesso tempo esistono numerose donne che non l’hanno mai provata, ma hanno comunque una vita sessuale appagante. Come sempre, in fatto di sesso, ogni donna è fatta in modo diverso e vive un’esperienza a sè.

Un po’ di storia
Sebbene l’eiaculazione femminile sia tutt’oggi poco conosciuta, possiamo trovarne tracce sin dall’antichità . Già nel I secolo a.C. ne parlava Aristotele. Nei primi secoli d.C. ne parlarono gli anatomisti Galeno e Rinaldo Colombo: il primo la colelgava all’esistenza di una prostata femminile, il secondo al clitoride. Nel XVII secolo ne parlava un’altro anatomista, Regnier de Graaf, nei suoi studi sull’anatomia femminile. L’eiaculazione femminile continua a passare sotto silenzio, e nell’800 “ricompare” in una raccolta di racconti pornografici dell’era vittoriana. Per finire, lo squirting viene esaminato persino in una guida per sposi pubblicata nel 1926 da Theodore Van de Velde. Superfluo sottolineare che tutte queste citazioni vennero spesso prese poco sul serio.

La scienza fece luce su questo fenomeno solo nel 1981 quando ad Halifax venne esaminata da un gruppo di medici la composizione del liquido prodotto nell’eiaculazione femminile. Il liquido da analizzare venne fornito da alcune volontarie.

Il fenomeno dell’eiaculazione femminile è invece preso in grande considerazione presso alcune popolazioni. Ad esempio nella tribù dei Batoro, in Uganda, le donne più anziane insegnano alle ragazze come masturbarsi fino a raggiungere l’eiaculazione, ed una donna è coniderata pronta al matrimonio solo quando è capace di bagnare un muro con la sua eiaculazione. Gli abitanti delle isole Tobriand, nel Pacifico, invece, sono convinti che una donna è soddisfatta del rapporto sessuale solo quando eiacula.

8 Risposte

  1. Devo dire che ce molta ignoranza da parte dei uomini sul anatomia femminile, questo si rende molto più difficile a fare capire alla propria donna cosa stai per provocargli e cosa sentira in conseguenza. E così a pari la donna, anche la donna non ha conoscenza del proprio corpo e rimane perplessa quando si trova un uomo che propone questo novita che e pocco conosciuta da entrambi gli sessi. Ma con tanta pazienza e con la conoscenza per provocargli questo piacere intenso si apre un nuovo mondo nel piacere fra uomo e donna. Da tre messi ho una compagna con cui ho un rapporto fantastico. Lei non sapeva nulla sul L’eiaculazione Femminile, con pazienza e dolcezza l’ho portata ad avere questa esperienza intensa. Ora durante il nostro rapporto lei non può fare a meno di schizzare come una fontana più volte durante il rapporto e con estremo piacere. Questo provoca anche a me estremo eccitamento e il nostro rapporto può anche durare più ore. Uomini datevi da fare ad avere pazienza e informatevi al meglio ……….. Ciao MSS

    Mi piace

    17 ottobre 2011 alle 3:42 pm

    • Benvenuto Maurizio tra le mie pagine virtuali e tra coloro che decidono di lasciare il segno del loro passaggio tra queste mie pagine.
      Sono lieta e compiaciuta del fatto che hai condiviso con me e con i miei lettori una tua esperienza.
      Ti ringrazio
      Con stima

      Fiorella Iridediluce

      Mi piace

      17 ottobre 2011 alle 7:14 pm

  2. Grazie!!!!!! Rimaro nei paraggi per cogliere esperienza e consigli da altri, cosi per meglio conoscere la Donna e i suoi aspetti Dolci e Salati ……… Ciao MSS

    Mi piace

    18 ottobre 2011 alle 1:17 am

  3. Ciao Fiorella i tuoi insegnamenti sulla sessualità femminile sono di enorme importanza perchè la donna ,anzicghè essere considerata quale corpo prosperoso volto al soddisfacimento del maschio,la donna ha una sensibilità molto diversa da quella dell’uomo ,concepisce il rapporto sessuale non solo sensualmente, ma facente anche parte , di un meta corpo che esiste in tutto il suo Io.L’eiaculazione può essere quasi considerata la porta di accesso verso la massima proiezione della donna in un mondo che sfiora appena.Ciao Alfredo

    Mi piace

    16 dicembre 2011 alle 9:22 pm

  4. BELLISSIMO POST..I MIEI SINCERI COMPLIMENTI..RITORNERO…….
    INTANTO TI LASCIO L ‘AUGURIO DI SERENO POMERIGGIO

    Mi piace

    4 ottobre 2012 alle 3:11 pm

  5. E’ vera questa cosa…anche se io non ho mai trovato una ragazza che lo facesse….e a dir la verità non ho avuto molte esperienze…..e sono single….Bello questo intervento…e grazie di aver messo mi piace sul mio intervento di quella Stronza che mi ha sedotto e abbandonato!!!

    Mi piace

    19 ottobre 2012 alle 6:52 pm

  6. Beh, il bello di queste situazioni è che non bisogna stancarsi di cercare, cercare, cercare, darsi da fare insieme al partner senza scoraggiarsi. E ci si diverte 🙂

    Mi piace

    22 ottobre 2012 alle 5:55 pm

  7. Pingback: Squirting o eiaculazione femminile: parliamone | Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...